Albania: Tutto quello che c’è da sapere

albania

L’Albania è delimitata dal Montenegro a nord-ovest, dal Kosovo a nord-est, dalla Macedonia settentrionale a est, dalla Grecia a sud-est e a sud. Inoltre, i mari Adriatico e Ionio si trovano rispettivamente a ovest e a sud-ovest.

Il vicino occidentale dell’Albania, l’Italia, si trova a circa 80 km di distanza dal Mare Adriatico. L’Albania ha una lunghezza di circa 210 miglia (340 km) e una larghezza di circa 95 miglia (150 km).

Il territorio dell’Albania

L’Albania ha una geografia montuosa. Circa tre quarti del suo territorio sono costituiti da montagne e colline con altitudini superiori a 650 piedi sul livello del mare. Il resto è costituito da pianure costiere e alluvionali. Le Alpi Albanesi Settentrionali, un’estensione delle Alpi Dinariche, coprono la parte settentrionale del Paese. Con altitudini che sfiorano i 2.700 metri, questa è la parte più aspra del Paese.

Il turismo

Ilturismo è considerato una delle maggiori industrie dell’economia albanese. È aumentato in modo significativo dopo la caduta del comunismo nel Paese. Il Paese ha un ricco patrimonio storico e culturale e bellezze naturali. Le sue acque limpide e turchesi, orlate da spiagge sabbiose e rocciose, si alternano a montagne contrastanti. La costa ha un ecosistema naturale ben conservato che può vantare una combinazione unica di clima e paesaggio diversi.

Poiché l’Albania si estende sulla flyway dell’Adriatico, il birdwatching sta recentemente guadagnando popolarità. Per questo motivo la costa ha molto da offrire sia agli appassionati di birdwatching in visita che a quelli residenti. Le vaste zone umide, con molte specie mediterranee ed europee, contengono molti siti significativi per l’osservazione degli uccelli durante tutto l’anno. Le lagune di Karavasta, Patoku, Narta e varie altre aree protette sono solo alcuni esempi di destinazioni popolari per il birdwatching.

Le migliori spiagge dell’Albania

Ecco alcune delle migliori spiagge dell’Albania, ma ce ne sono molte altre.

Drymades

Guardando a ovest attraverso il Mare Adriatico – in direzione dell’Italia meridionale – Drymades regala tramonti superflui. Ma questo è per dopo. Dal momento in cui sorge il giorno è uno schianto, con acque blu quasi maldiviane catturate in una piccola baia. Di conseguenza, c’è un tratto ghiaioso e uno sabbioso. Entrambi sono divisi da una grande roccia e non sono mai affollati. Anche in estate. Se siete alla ricerca di un’alternativa alla frenesia del Mediterraneo, questa è la vostra risposta.

Himara

Questa potrebbe essere la città balneare più amata dell’Albania. Uno squarcio di blu tropicale che si intravede quando si supera il drammatico Passo di Llogara e si vede il paesaggio sottostante. È sicuramente uno dei luoghi di bellezza più frequentati della Riviera albanese. Ma nonostante ciò, non ha perso il suo fascino. Nei pressi della città si trovano diversi tratti di mare incantevoli, tra cui Livadhi. Una baia di ciottoli bianchi e fini, orlata da ulivi; e Potami, che si sviluppa in modo attraente tra il mare e un fiume.

Borsh

In uno scenario rustico di cime, uliveti e capre al pascolo, la spiaggia più grande dell’Albania è davvero impressionante. Un tappeto magico incontaminato di ciottoli bianchi e puri che si snoda per 7 km lungo la Riviera albanese, bagnato dal mare Ionio di un blu preternaturale. Inoltre, il villaggio di Borsh, a circa 2 km dalla spiaggia, ospita una popolazione di musulmani albanesi. Potreste trovare piccole moschee nascoste nelle verdi colline circostanti, insieme a qualche castello.

Valona

La città di Valona, la terza più grande dell’Albania, domina una baia dove il Mar Ionio si fonde con l’Adriatico. È una città di valore storico. Dal porto di Valona, con Teuta Boat Tours, si possono raggiungere le baie incontaminate di Karaburun e Sazan. Ma se preferite fare da soli, dirigetevi verso sud. Abbandonatevi sulle rive di Radhime o Orikum. Entrambi sono esempi da manuale della costa albanese. Irradiano brillantezza nei colori bianco e blu del dentifricio.

Altri articoli: